COSTITUIRE UN’ASSOCIAZIONE AICS

Come costituire un’associazione

L’atto costitutivo è il primo passo da compiere per creare un’associazione.
L’AICS di Belluno offre gratuitamente l’assistenza per la corretta stesura del documento.
Per redigerlo occorrono almeno 5 persone, delle quali vengono riportate sull’atto le seguenti informazioni:
– dati anagrafici (nome, cognome, luogo e data di nascita);
– residenza (via, civico, c.a.p., comune e provincia);
– codice fiscale.

Vengono nominati un presidente, un vicepresidente, un segretario e due consiglieri, scelti tra i nominativi indicati nel documento.
Le cariche e le persone che rispettivamente le ricoprono vanno riportate nell’atto, accanto al nome del sodalizio costituito.
Il testo del documento si apre indicando la data e il luogo in cui le persone di cui sopra si sono riunite per costituire il sodalizio.
Poi si elencano i nominativi dei convenuti con i rispettivi dati, già ricordati.
Seguono il nome del sodalizio con l’indirizzo della sede e le cariche sociali.
La sottoscrizione da parte di tutti in tutte le pagine (presidente, vicepresidente/i, segretario, consiglieri) conclude l’operazione di stesura dell’atto. (oppure sottoscritto unicamente da Presidente e Segretario)
Il secondo passo da compiere per costituire un’associazione è la stesura dello Statuto, il quale riporta innanzitutto la denominazione e gli scopi dell’associazione, seguiti da tutte le norme che regolano la corretta gestione dell’associazione, dalla modalità di adesione alla struttura e nomina del direttivo.
Tra i punti fondamentali vanno ricordati:
– l’organigramma dell’associazione (struttura del direttivo e cariche sociali, comprendenti un presidente, uno o due vicepresidenti, segretario dell’ufficio di presidenza, segretario amministrativo, consiglieri;
– la modalità di nomina dei componenti degli organismi dirigenziali, fra le quali è bene ricordare la durata delle cariche sociali;
– precisazione dell’arco di tempo in cui è compreso l’anno sociale (dal 1 settembre al 31 agosto), distinto dall’anno fiscale (dal 1 gennaio al 31 dicembre);
– termine di presentazione all’assemblea plenaria dei soci del bilancio (30aprile);
– modalità di scioglimento del sodalizio e la conseguente alienazione dei beni di proprietà.

Prima di procedere alla registrazione dell’atto costitutivo e dello statuto all’Ufficio Unico più vicino, è necessario dotare l’associazione di Codice Fiscale (o di Partita IVA, necessaria per l’emissione di fatture) che qualifica la posizione fiscale del costituendo sodalizio.

La registrazione dei documenti, ai quali vanno applicate due marche da bollo da euro 16,00 (4 marche da bollo totali) e vanno versati euro 200,00 quale tassa registro in qualsiasi banca con F23, come la determinazione della posizione fiscale spetta al presidente dell’associazione.
Anche nell’ipotesi inversa, ossia la chiusura della posizione fiscale, operazione da compiere nel caso in cui si decida di sciogliere l’associazione, è il presidente in carica che deve procede.

Una volta costituita, l’associazione può chiedere l’affiliazione all’AICS compilando l’apposito modulo disponibile presso la sede del comitato provinciale.
In esso sono richiesti alcuni dati, fra i quali la denominazione, l’ubicazione della sede e i contatti (telefonici e informatici) dell’associazione.
Seguono i nominativi del direttivo con relativi dati (residenza e recapiti telefonici), quelli dei tecnici sportivi o altri operatori, che verranno inseriti nell’archivio nazionale dell’AICS per essere invitati a corsi di aggiornamento o altre manifestazioni nazionali del settore in cui operano.
Una tabella di codici numerici permette di indicare negli appositi spazi le attività dell’associazione, sia quelle principalmente perseguite che quelle eventualmente praticate dai singoli soci anche nel loro privato, in modo da permettere loro di essere maggiormente tutelati usufruendo delle possibilità offerte dalla polizza assicurativa legata alla tessera personale, stipulata nel momento dell’iscrizione.

La polizza infortuni in questione, valida 365 giorni dalla data di emissione, è dotata dei seguenti massimali:
– euro 80.000.00 in caso di morte;
– euro 80.000.00 in caso di invalidità (franchigia 7%);
La polizza RCT personale del socio di € 2,500.00,00.

E’ possibile inoltre indicare l’appartenenza ad altre federazioni (es. una squadra di calcio che aderisce all’AICS può specificare di partecipare ai campionati FIGC).
Il modulo di affiliazione, debitamente datato, va sottoscritto dal presidente e presentato al comitato provinciale che provvederà a inoltrarlo agli organismi superiori per la ratifica. Alla consegna del modulo di affiliazione presso il comitato provinciale va unita anche una fotocopia dell’atto costitutivo e dello statuto registrati (tipo A).
E’ utile ricordare che presso la sede sociale è possibile aprire uno spaccio rivolto esclusivamente ai soci per somministrare alimenti e bevande, oppure generi di consumo quali magliette, cappellini, o merchandising di altra natura. In questo caso è necessario stipulare l’affiliazione di tipo B.
Nei costi di affiliazione (sia A che B) è compresa la Polizza RCT da euro 2.500.000,00.

La gestione dell’associazione richiede pochi obblighi.
Fra questi quelli di detenere i libri sociali, che devono essere disponibili presso la sede del sodalizio sempre. I libri sociali fondamentali sono:
– il libro soci (nel quale sono riportati i nomi e i dati di ciascun socio, di anno sociale in anno sociale);
– il libro con i verbali delle assemblee;
– il libro con i verbali del direttivo;
– la contabilità (registro entrate/uscite e relative pezze giustificative);
– il registro delle fatture e il libro IVA minori (per chi rilascia fatture);
– il libro d’inventario dei beni di proprietà dell’associazione.

Un’associazione di tipo A deve raggiungere nell’arco dell’anno sociale almeno 25 associati; parimenti, la tipo B almeno 100.

Affiliare un’associazione All’Aics

Qualsiasi associazione, senza scopo di lucro, srl senza scopo di lucro, cooperativa sociale, altresì costituita può aderire all’A.I.C.S., anche se iscritta ad altri Enti o Federazione Sportiva.
Per aderire è necessario recarsi presso la sede del Comitato Provinciale A.I.C.S. per consegnare copia dei seguenti documenti: Statuto, copia verbale elezione dei componenti il direttivo, copia della posizione fiscale, documenti che servono per compilare il modulo annuale d’iscrizione in tutte le sue parti. In esso sono richiesti alcuni dati, fra i quali la denominazione, l’ubicazione della sede e i contatti (telefonici d e-mail) dell’associazione e il Codice Fiscale e/o P.IVA.
I dati del Presidente con copia Carta d’Identità e Codice Fiscale.
Seguono i nominativi del direttivo con relativi dati (residenza e recapiti telefonici), quelli dei tecnici sportivi o altri operatori, che verranno inseriti nell’archivio nazionale dell’A.I.C.S. per essere invitati a corsi di aggiornamento o altre manifestazioni nazionali del settore in cui operano.
Al momento dell’inserimento dell’Affiliazione, una tabella di codici numerici permette di indicare negli appositi spazi le attività dell’associazione etc., sia quelle principalmente perseguite che quelle eventualmente praticate dai singoli soci in modo da permettere loro di essere maggiormente tutelati usufruendo delle possibilità offerte dalla polizza assicurativa legata alla tessera personale, stipulata nel momento dell’iscrizione.
La polizza infortuni in questione, valida 365 giorni dalla data di emissione, è dotata dei seguenti massimali:
– € 80.000,00 in caso di morte;
– € 80.000,00 in caso di invalidità (franchigia 7%);
– € 200,00 di rimborso forfettario in caso di infortunio che non raggiunga il massimale della franchigia
– E’ possibile fare polizze integrative (chiedere informazioni presso la sede)

– Ogni socio ha compresa nella tessera anche una polizza personale RCT (valida anche socio contro socio per € 2.500.000,00)

-N.B. Nella polizza infortuni del socio è compreso l’itinere.

Il modulo di affiliazione va sottoscritto dal presidente presso il Comitato Provinciale che provvederà a inoltrarlo agli organismi superiori per la ratifica. Alla consegna del modulo di affiliazione presso il comitato provinciale va unita anche una fotocopia dell’atto costitutivo e dello statuto registrati.(tipo A).
E’ utile ricordare che presso la sede sociale è possibile aprire uno spaccio rivolto esclusivamente ai soci per somministrare alimenti e bevande, oppure generi di consumo quali magliette, cappellini, o merchandising di altra natura. In questo caso è necessario stipulare l’affiliazione di tipo B.
Nei costi di affiliazione (sia A che B) è già compresa la Polizza RCT da € 2.500.000,00 unico.